Germogli di Soia

Lombricaio da balcone

Questa è la storia di Agenore, un piccolo lombrico nato e cresciuto in un vaso di Stevia. Un giorno Agenore è stato costretto a lasciare la sua casa per un altro luogo,  forse non altrettanto bello ma sicuramente con cibo a volontà e tanti nuovi amici. Agenore ora vive in una compostiera da quasi 2 mesi.
Gli amici di Agenore abitano la compostiera da prima di Agenore, fin da quando hanno lasciato il negozio di pesca. Gli amici di Agenore hanno traslocato in compostiera poco alla volta,  infatti prima di trovare questa sistemazione fissa hanno abitato in una casa popolare, detta Lombricaio o Terrario. Erano tutti insieme, in questo piccolo alloggio, ma nonostante tutto sono riusciti a trasformare un mucchietto di terra inutilizzabile in buona terra da orto. Uno alla volta hanno traslocato e adesso vivono felici e contenti e anche riprodotti.
Ora Agenore e i suoi amici vivranno ancora qualche mese in compostiera dopodichè traslocheranno in una nuova fantastica casa! 🙂

Come si fa un terrario/lombricaio?
Ho comprato una quindicina di lombrichi in un negozio di pesca e li ho fatti alloggiare per qualche giorno in una balconetta, io ne ho usata una di plastica. Ho usato terra proveniente da vecchi vasi di fiori, terra ormai del colore sabbia, non più molto utile, e uno strato di buona terra per aiutare i lombrichi ad ambientarsi. Ho innaffiato per bene il tutto, ho messo in superficie qualche buccia di mela (=cibo per lombrichi) e ho coperto il tutto con un pezzo di zanzariera. Ogni tanto prelevo delle quantità di terra (rabbocco i vasi che il vento maledetto mi rovescia) e la sostituisco con altra terra inutilizzata.
Il lombricaio va sempre tenuto ben bagnato, ma non troppo (i lombrichi non devono nuotare) , non va tenuto al sole e ogni tanto ci si deve mettere del cibo, quindi scarti alimentari o bricioline di pane. Ora che comincia a far freddo penso di coprire la superficie con un foglio di carta, di quelli che ad esempio si usano nelle cassette di frutta e verdura, così da isolare un pò il terreno, ma dipende dalle temperature raggiunte di notte.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: