Germogli di Soia

La gita del Sabato

Ieri sono andata con Laura a trovare Elena che abita in collina. Mi piace molto casa sua e devo cercare di autoinvitarmici più spesso, sia perché mi piace la sua compagnia, sia perché ha moltissime bestioline molto simpatiche (anche se dopo poco diventano moleste, ma sempre in modo simpatico).

L’immenso giardino e la casa ospitano diverse specie animali, dal cane che ha paura della lava alla maialotta al gallo assassino.

I primi che incontriamo sono Wallace e Blacky. Due bei cagnoni. Mamma che paura quando abbaiano da dietro il cancello, sembrano quasi cani cattivi. Poi Blacky ti si stende ai piedi e si lascia pacioccare tutto il giorno. Wallace, di carattere più schivo, prima rimane nella sua cuccia. Wallace è un cane a mio avviso bellissimo. Un incrocio tra un Rottweiler e un Golden Retriever. Esternamente è un rottweiler, poi guardi il sottopelo ed è biondo. E’ un cane bellissimo. Dopo i primi momenti di indecisione decide di seguirci, di stare con noi e di farsi pacioccare anche lui, mettendoti proprio il muso in faccia. Poi conosciamo Benny, il nuovo arrivato. Che però ha ancora bisogno di ambientarsi, bisto che è un cane maschio tra cani maschi 🙂

E poi si vanno a conoscere le caprette. Un grosso spazio recintato dove convivono un gallo assassino che odia profondamente Elena, un’oca anche lei non proprio socievole (si è mangiata la scarpa di Laura), galline e millemila caprette!!Che belle le capre. Hanno il muso un po’ tonto ma sono veramente molto simpatiche. Conosciamo subito Caprino (che non sono riuscita a fotografare perché sempre attaccato a noi, più che altro per mangiarci i vestiti). Poi ci sono gli ultimi tre caprini, piccini piccini, poi c’è Mamma Caprona, che mi pare un po’ storta. E poi c’è Geronimo, il caprone. Vengono tutte a salutarci, a farsi coccolare un po’ e a mangiucchiarci i vestiti. Mi sono distratta un attimo Ocaper fare due foto e mi sono trovata la gonna infilata nella gola di Caprino che la stava masticando felicemente. Elena si è catapultata su di lui per bloccarlo, ma ha distolto lo sguardo dal gallo assassino che ha colto l’occasione per fiondarsi su di lei per beccarla. Tutto bene, nessuno si è fatto male fortunatamente. Quel gallo è proprio antipatico.

Dopo la visita alle caprette decidiamo di andare nell’orto a trovare Guendalina: la maialotta!!
Quant’è carina. L’ultima volta era stata un po’ sfuggente, non voleva farsi tanto pacioccare, stavolta invece è pure venuta a cercarmi!E poi ho scoperto il suo punto debole: se le si fanno i grattini sulla sua panciotta grassa si stende a terra. Proprio proprio simpatica.

Si sa che alle 17 bisogna prendere il tè, così decidiamo di andare a far merenda. Tè, biscotti al cocco e crema ciocco-nocciole fatti da Elena e le mie barrette sottoforma di quadrotti. Blacky intanto si acciambella sul divano (non sia mai che tocchi il pavimento 🙂 ) e poco dopo arrivano i mici, Rutto, Nero e Desy.
Poi, a merenda finita, arriva il fidanzato di Elena con i suoi due chow-chow. Il chow-chow è chiaramente un orso. Ha il muso da orso.

Decidiamo di andar via e mentre stiamo sulla porta, cani che escono, gatti che entrano, cani che rientrano e gatti che riescono, cani che abbaiano, cani che vogliono gli ultimi bacini, cani che fanno-quello-che-non-dovrebbero-fare-davanti-agli-estranei con altri cani.

Mi piace molto casa di Elena.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “La gita del Sabato

  1. Elena in ha detto:

    Meraviglioso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: