Germogli di Soia

Zuppetta inverno-primaverile

Beh queste giornate uggiose mi mettono un po’ di cattivo umore. La pioggia, il leggero freddo che ti costringe a rimetterti la giacca che avevi abbandonato nel cesto dei panni sporchi per non riprenderla mai più. I cibi un po’ più crudi e un po’ più leggeri sono di nuovo stati abbandonati.

E così mi sono preparata una zuppetta similcinese dai colori prevalentemente autunno-invernali, molto calda e molto saporita.

Per 4 persone:

  • mezzo porro grande
  • 2 funghi champignon grandi
  • un pezzetto di tofu
  • 2 foglie di verza
  • dado (io ne ho usato un cubetto da ghiaccio di quello autoprodotto)
  • olio
  • 1c di maizena/amido/fecola/farina 00
  • 75g di semola di grano duro
  • 8g di farina di semi di canapa
  • 1c d’olio d’oliva
  • sale
  • acqua calda
  • salsa di soia
  • peperoncino in polvere
  • germogli

Ho preparato i tagliolini, impastando le due farine con il sale, l’olio e acqua calda quanto basta per formare un impasto sodo e liscio. Ho lasciato riposare una mezzora. Ho cosparso il piano di lavoro con altra semola e ho steso la pasta sottile. Ho lasciato asciugare un po’ la sfoglia. Nel frattempo ho lavato il porro e l’ho tagliato a rondelle, ho pulito i funghi e li ho tagliati a pezzettoni, ho lavato le foglie di verza e le ho tagliate a striscioline, ho tagliato il tofu a cubetti. Ho preso un wok, messo sul fuoco a fiamma media, ci ho messo 4-5 cucchiai di olio, ci ho fatto appassire il porro, poi ho aggiunto la verza e ho fatto appassire anche quella. Ho aggiunto i funghi e ho fatto rosolare un pochino. Ho abbassato la fiamma al minimo e ho aggiunto il dado. Ho mescolato bene e ho coperto tutto d’acqua e ho aggiunto il tofu. Ho ripreso la sfoglia un po’ asciutta (non deve essere secca altrimenti si rompe), l’ho piegata arrotolandola su se stessa e con il coltello ho tagliato dei tagliolini. Li ho srotolati e infarinati e li ho lasciati asciugare. Nel frattempo la zuppa si è cotta, ho preso un cucchiaino di addensante, come farina o maizena o quello che c’è in casa e l’ho sciolto in una tazzina d’acqua. L’ho versato nella zuppa. Ho portato ad ebollizione dell’acqua, ho salato e ci ho buttato i tagliolini. Li ho lasciati dentro qualche secondo e li ho tirati via, scolandoli e tuffandoli nella zuppetta. Ho amalgamato qualche minuto e ho servito con qualche goccina di salsa di soia (io ne ho ancora in casa, ma non è essenziale) e dei germogli, io avevo quelli di lino.

Note: ho usato un addensante nella zuppa non per addensare la zuppa, ma per dargli opacità. Altrimenti la zuppa risulterebbe trasparente e mi darebbe l’impressione di brodaglia o uno sciacquo di qualcosa. I tagliolini invece si sfalderanno sicuramente, non avendo l’uovo ed essendo sottili si sono rotti. Ma per niente di grave, fa molto effetto zuppa 🙂 In caso contrario si possono sostituire magari con spaghettini di riso o addirittura non metterci niente.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: